Logo UniTrento
 
Trento
19 Settembre 2018

DICAM, Oreste Bursi eletto direttore del Dipartimento

Il professore di Dinamica strutturale e controllo guiderà il Dipartimento per un mandato di tre anni. Succede a Marco Tubino che ha diretto il dipartimento per due mandati

Cambio al vertice del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento. Il Consiglio di dipartimento ha eletto direttore il professor Oreste Bursi con 50 voti a favore. I votanti sono stati 79 su 86 aventi diritto. Le elezioni si sono svolte questo pomeriggio nella sede del Dipartimento a Mesiano. Il professor Bursi, ordinario di Dinamica strutturale e controllo, inizierà il suo mandato con il primo ottobre, lo concluderà nel 2021 e al termine potrà ricandidarsi per un eventuale secondo e ultimo mandato. Bursi, che in passato ha già ricoperto il ruolo di vice direttore del Dipartimento (dal marzo 2013 all’ottobre 2015), subentra nell’incarico al direttore Marco Tubino che, dopo due mandati, non poteva ricandidarsi.
Oreste Salvatore Bursi si è laureato in Ingegneria meccanica all'Università di Padova nel 1984 e ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria meccanica all'Università di Bristol. È professore ordinario di Dinamica strutturale e controllo all'Università di Trento dal 2001.
Si è sempre interessato di sistemi dinamici lineari e non lineari composti da componenti strutturali e meccaniche e di dispositivi di controllo. I dispositivi sono stati utilizzati sia per controllare in tempo reale sia per sottoporre a prova sistemi dinamici soggetti ad azioni dinamiche. Bursi ha costruito il suo background scientifico su problemi multidisciplinari attraverso l'analisi e la progettazione di sistemi complessi che richiedono sia la modellazione avanzata sia la simulazione e le tecniche sperimentali. È leader in Europa nell'area dell'accoppiamento di sottostrutture dinamiche eterogenee. Recentemente, ha indirizzato i suoi interessi di ricerca verso l'identificazione e il monitoraggio strutturale di sistemi complessi, come ponti e sistemi di tubazione. Altro ambito di interesse, la valutazione quantitativa del rischio di strutture petrolchimiche critiche soggette a incidenti tecnologici innescati da calamità naturali.
È membro della Commissione nazionale per l’abilitazione a professore in Ingegneria strutturale (dicembre 2016 – ottobre 2018) e co-fondatore dell’Institute for Safety and Security Sciences dell’Università di Trento e della start up I-kubed.
(a.s.)