Logo UniTrento
 
Trento
19 Marzo 2018

Allo studio FAKT di Berlino la Cattedra Libera 2018

Per la quinta edizione della Cattedra intitolata all’architetto di Villa Lagarina, scelto lo studio berlinese, innovativo nella progettazione architettonica e urbana. Per tutto il 2018 lo studio proporrà seminari e conferenze agli studenti di Ingegneria edile-Architettura e conferenze divulgative per un pubblico più vasto. L’iniziativa promossa congiuntamente da Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e aeccanica dell’Università di Trento, Comune di Villa Lagarina,Ordine degli architetti  e Autostrada del Brennero. 

Giovedì 22 marzo la lectio magistralis alle 15 a Mesiano

È lo studio FAKT di Berlino ad essere stato scelto per la quinta edizione della Cattedra d’eccellenza Adalberto Libera, intitolata al noto architetto di Villa Lagarina. L’incarico prevede lo svolgimento di attività formativa e seminariale per il corso di laurea in Ingegneria edile-Architettura e l’organizzazione di conferenze divulgative, aperte al pubblico per il 2018. La decisione di affidare l’incarico allo studio FAKT è stata comunicata nei giorni scorsi dalla commissione su incarico dei promotori del progetto: il Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica (DICAM) dell’Università di Trento, il Comune di Villa Lagarina e l’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Trento. 
Fondato a Berlino nel 2013 da Sebastian Ernst, Sebastian Kern, Martin Tessarz e Jonas Tratz, FAKT è un giovane studio di progettazione architettonica che lavora su un’ampia varietà di esperienze progettuali, attivo in varie fasi di progetto, dalla progettazione architettonica alla performance urbana. A colpire l’attenzione della commissione «i progetti molto interessanti e innovativi per la capacità di costruire progetti e narrazioni contemporanee e di lettura storica attraverso strumenti trasversali».
La lectio magistralis di Jonas Tratz dello studio FAKT, introduttiva alle attività di quest’anno si terrà il prossimo 22 marzo alle 15 a Mesiano (aula R2). Interverranno anche Pippo Ciorra curatore della sezione Architettura del MAXXI di Roma, Marco Tubino, direttore del DICAM, Mosè Ricci, docente di design architettonico e urbano (DICAM), Pino Scaglione, responsabile scientifico della Cattedra Adalberto Libera (DICAM) e Susanna Serafini, presidente dell’Ordine degli architetti di Trento.
La Cattedra Libera - Intitolata ad Adalberto Libera, protagonista dell’avanguardia artistica del Novecento e il più noto e importante architetto del razionalismo italiano, la Cattedra è stata istituita nel 2013 dal Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento in occasione dei cinquant’anni trascorsi dalla scomparsa di Libera ed è sostenuta dal Comune di Villa Lagarina, dall’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Trento e da Autostrada del Brennero e gode del patrocinio del Ministero dei beni culturali, del Consiglio nazionale degli architetti e delle istituzioni locali trentine, nonché di alcuni tra i musei più prestigiosi, come il MART e il MAXXI.
Nell’ambito delle prime quattro edizioni la Cattedra ha portato in Trentino per attività accademiche e divulgative João Ferreira Nunes, Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, Ana Kučan e Mario Cuccinella. 

(a.s.)