Logo UniTrento
 
Trento
16 Marzo 2017

Meteo e clima, previsioni su misura per Trento e Rovereto

Il sistema finalizzato alla valutazione del comfort termico nasce da un progetto del Gruppo di Fisica dell’Atmosfera dell’Università di Trento. Domani, venerdì 17 marzo, la presentazione dei risultati finali alle 14.30 nella sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

Meteo e clima su misura per Trento e Rovereto. Con previsioni dettagliate e precise che annunceranno quanto caldo (o freddo) è atteso e sarà percepito. E che aiuteranno quindi cittadinanza e amministrazione pubblica a prendere i provvedimenti per ottimizzare qualità della vita, comfort termico e scelte energetiche.
Non è questione di sfera di cristallo, ma di un sistema messo a punto dall’Università di Trento nell’ambito del progetto “Com4Cast”: temperatura e comfort termico nelle aree urbane di Trento e Rovereto, realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto nell’ambito del bando giovani ricercatori 2014.
I risultati finali del progetto, che è durato due anni, saranno presentati alla cittadinanza domani, venerdì 17 marzo, alla 14.30 in un incontro pubblico organizzato dal Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica di UniTrento nella sala conferenze della Fondazione Caritro (Trento – Via Calepina, 1). Sarà un’occasione per discutere le problematiche legate alle previsioni meteorologiche ad alta risoluzione, con particolare riferimento all’ambiente urbano.
I responsabili scientifici del progetto sono Lorenzo Giovannini e Dino Zardi del Gruppo di Fisica dell’Atmosfera attivo al Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica, UniTrento.
«Lo scopo principale del progetto Com4Cast – spiega Lorenzo Giovannini – è stata la valutazione delle condizioni meteo-climatiche locali nella Provincia di Trento, con un focus sulle aree urbane di Trento e Rovereto, con particolare riguardo ai fattori che concorrono a determinare la qualità della vita, il comfort ambientale e l’utilizzo efficiente dell’energia».
Giovannini racconta: «È stata sviluppata una catena modellistica per la previsione ad alta risoluzione. La strategia utilizzata ha combinato l’utilizzo di modelli numerici con tecniche sperimentali per la misura di variabili micro-meteorologiche. È stato implementato un sistema previsionale del campo termico all’interno delle aree urbane combinando un tradizionale modello meteorologico e una parametrizzazione in grado di simulare le variazioni indotte dalle aree urbane sulle condizioni climatiche. Questo sistema modellistico è stato validato con campagne di misura nelle aree urbane di Trento e Rovereto, effettuate durante l’estate 2016».
Le previsioni meteorologiche sono disponibili su un sito web dedicato (https://sites.google.com/site/trentinoweather/home), sul quale vengono aggiornate due volte al giorno (al mattino e alla sera) le mappe di previsione delle principali variabili meteorologiche per le successive 48 ore. Inoltre sul sito sono disponibili le mappe del campo termico all’interno delle aree urbane di Trento e di Rovereto con una risoluzione di 100 metri, accompagnate da una valutazione delle situazioni di comfort termico. Le previsioni potranno essere utilizzate dagli uffici pubblici preposti per diramare bollettini mirati, avvisi o allerte in previsione di situazioni pregiudizievoli per la vivibilità e salubrità dell’ambiente urbano con lo scopo di tutelare la salute pubblica e prevenire comportamenti che potrebbero risultare pericolosi per le fasce di popolazione più a rischio.
Alla presentazione, oltre a Lorenzo Giovannini, sempre per l’Università di Trento interverranno Anna Codemo, Michele Gasperotti, Mosè Ricci e Fabio Zecchini. Completano il gruppo dei relatori Teodoro Georgiadis (CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche), Tiziana Paccagnella (ARPA Emilia Romagna) e Andrea Piazza (Meteotrentino).
(e.b.)
Sono invitati i professionisti del settore e la cittadinanza in generale. La partecipazione è gratuita, ma per motivi organizzativi è raccomandata l’iscrizione.