Logo UniTrento
 
Trento
28 Febbraio 2017

Kelly Degnan a Trento per il nuovo corso sulla storia USA

Dalla forte presenza americana a livello internazionale fino alla guerra al terrore, passando per due conflitti mondiali: alla Scuola di Studi internazionali prende il via il nuovo corso di Storia degli Stati Uniti. Oggi il lancio alla presenza di Kelly Degnan, Chargé d’Affaires dell’Ambasciata americana a Roma (la carica diplomatica statunitense più alta in grado attualmente in Italia)

Debutto oggi alla Scuola di Studi Internazionali per il nuovo insegnamento di Storia americana. Un corso sperimentale che prende il via nell’ambito dell’offerta didattica 2016-2017 della laurea magistrale in European and International Studies e che per la sua prima lezione ha avuto un’ospite d’eccezione: Kelly Degnan, Chargé d’Affaires dell’Ambasciata americana a Roma (la carica diplomatica statunitense più alta in grado attualmente in Italia). Insieme a lei, a presentare il nuovo corso erano presenti anche due studiosi di Storia americana: Daniele Fiorentino del Dipartimento di Scienze politiche dell’Università Roma Tre e Umberto Tulli della Scuola di Studi internazionali dell’Università di Trento, che terrà il corso a Trento nei prossimi mesi. A porgere il saluto introduttivo alla presentazione di oggi è stato il prorettore alla ricerca Giorgio Vallortigara insieme al vicedirettore della Scuola di Studi internazionali, Paolo Foradori. 
Grande interesse è stato manifestato fin da subito da studenti e studentesse per l’insegnamento “The United States in the World, 1898-2012”, promosso su iniziativa dell’Ufficio per gli Affari Pubblici dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e dell’Associazione Italiana per gli Studi Nord-Americani (AISNA), con la partecipazione del Centro Studi Americani (CSA) di Roma, il principale istituto del settore in Italia. Il Governo americano ha infatti erogato un fondo per l’istituzione di un contratto di insegnamento in Storia degli Stati Uniti d’America allo scopo di promuoverne lo studio in Italia. Una commissione, costituita da docenti di varie università italiane e degli enti promotori, ha selezionato alcuni atenei, tra cui quello trentino, per sperimentare l’apertura di corsi che offrano la possibilità di approfondire temi relativi alla cultura, alla società e alla politica americane. All’Università di Trento la scelta è caduta sulla Scuola di Studi internazionali, già molto attiva negli studi della cultura, della storia e della società in prospettiva transnazionale.
“The United States in the World, 1898-2012”, contenuti del corso
Il corso, che prenderà il via già in questo semestre, analizzerà i principali eventi nella politica estera americana e i dibattiti storiografici che li riguardano. In particolare, si concentrerà su: la “splendid Little war” (la guerra ispano-americana combattuta nel 1898 tra gli Stati Uniti e la Spagna in merito alla questione cubana) e la creazione dell’impero americano, il wilsonismo e la prima guerra mondiale; l’internazionalismo conservatore; la depressione economica e il momento isolazionista; la seconda guerra mondiale e la creazione del secolo americano; la Guerra fredda e le sue origini; la distensione bipolare; gli Stati Uniti e la crisi degli anni Settanta; la fine della Guerra fredda; gli Stati Uniti e la globalizzazione; gli Stati Uniti e le guerre umanitarie; gli Stati Uniti e la guerra al terrore.
Obiettivo del corso sarà promuovere una conoscenza generale della storia della politica estera americana nel lungo ventesimo secolo, aiutando a comprendere il ruolo della politica interna e della politica internazionale nel delinearsi della politica estera americana.
Il corso, aperto anche agli studenti di altri dipartimenti, intervallerà lezioni frontali e seminari di discussione, in cui verranno analizzati i principali contributi e dibattiti storiografici così come alcuni documenti e fonti primarie sulla politica estera americana e sul ruolo mondiale degli Stati Uniti.
(a.s.)