Logo UniTrento
 
Trento
18 Dicembre 2017

Dicembre 1917: la presa di Gerusalemme

Con una puntata dedicata all'evento militare di grande risonanza storica si chiude il quarto anno del del calendario digitale della Grande Guerra online su www.lagrandeguerrapiu100.it  Al centro della puntata la liberazione di Gerusalemme dopo secoli di dominio ottomano ad opera delle truppe britanniche e del Commonwealth, guidate dal generale Edmund Allenby. La liberazione della città santa avvenne il 9 dicembre 1917.

Fu un evento simbolico di grande rilevanza, che il calendario Grande Guerra +100 ripercorre attraverso un testo storico di Alessandro Salvador, una galleria fotografica e una tavola artistica. Quest'ultima propone Allenby nelle vesti di novello crociato, richiamando la liberazione della città da parte di Goffredo di Buglione nel 1099. Un altro protagonista della guerra in Medio Oriente, T.H. Lawrence, meglio noto come "Lawrence d'Arabia", è oggetto della biografia di Silvia Sartori.
Le testimonianze presentate nella puntata riguardano invece la giustizia militare nell'esercito italiano, prima e dopo Caporetto.
L'infografica mette in evidenza come la guerra abbia avuto ripercussioni economiche in tutto il mondo: viene evidenziato il crollo di esportazioni molto importanti (come il caffè o i nitrati) da alcuni Paesi dell'America Latina. Un crollo che danneggiò in primo luogo i paesi produttori, che perdevano una fonte di entrate, ma anche i consumatori dei Paesi in guerra. Infine, gli inverni di guerra sono stati particolarmente duri non solo per i combattenti, ma anche per i civili, soprattutto negli Imperi centrali. Le condizioni alimentari erano rapidamente peggiorate, anche a causa del blocco navale britannico. L'uso militare della fame, a opera dell'Intesa, è al centro di un secondo testo, di Gustavo Corni, coordinatore scientifico del progetto.
 

(a.s.)

La puntata è disponibile sul sito del progetto http://www.lagrandeguerrapiu100.it/