Logo UniTrento
 
Rovereto
13 Ottobre 2017

Cervello umano e macchine pensanti, quale connessione

Per il decennale CIMeC sabato 21 ottobre all’Auditorium Melotti andrà in scena in anteprima nazionale “Noi, Robot”, spettacolo della Compagnia Arditodesìo nell’ambito del progetto Jet Propulsion Theatre in collaborazione con il Dipartimento di Fisica. Ma gli appuntamenti per i 10 anni del Centro interdipartimentale Mente/Cervello dell’Università di Trento prenderanno il via a Rovereto già giovedì 19 con la cerimonia ufficiale e il dialogo pubblico con Piero Angela

Più giornate e tonalità diverse per i dieci anni del CIMeC. Il Centro interdipartimentale Mente/Cervello dell’Università di Trento ha deciso di celebrare a Rovereto i suoi primi dieci anni con un programma che comprende momenti per la comunità scientifica e altri per la cittadinanza.
«Abbiamo voglia di sottolineare e festeggiare questo traguardo importante nella vita del Centro – spiega il direttore Carlo Miniussi – ma anche di farci “ri-conoscere” dalla comunità che ha fatto una scelta coraggiosa e lungimirante investendo dieci anni fa nel campo delle neuroscienze. A loro dedichiamo un momento speciale di approfondimento e avvicinamento reciproco, nella speranza che la vicinanza fisica si trasformi ancora di più in un legame forte, fruttuoso e stabile. È anche un modo per ringraziare tutti quelli che hanno investito in questo progetto, a partire dal primo direttore del Centro Alfonso Caramazza, uno dei pionieri in quest’ambito».
Giovedì 19 ottobre cerimonia e incontro con Piero Angela
Si comincia giovedì 19 ottobre con la cerimonia ufficiale. Nella prima parte del pomeriggio, a partire dalle 14.45 a Palazzo Piomarta/Istruzione (Rovereto – Corso Bettini, 84), s’intende ripercorrere la storia del CIMeC e il suo rapporto con la città di Rovereto e con il territorio in generale attraverso gli interventi di alcune persone che hanno avuto un ruolo di primo piano. Dopo il benvenuto musicale a cura della Civica Scuola Musicale Riccardo Zandonai, i lavori saranno introdotti da Carlo Miniussi (direttore CIMeC), Paolo Collini (rettore Università di Trento) e Innocenzo Cipolletta (presidente del CdA dell’Università di Trento), un video sul CIMeC e il saluto di Francesco Valduga (sindaco di Rovereto), Ugo Rossi (presidente della Provincia autonoma di Trento) e Sara Ferrari (assessora all’università e alla ricerca della Provincia autonoma di Trento). Interverranno quindi Donata Loss (assessora alla formazione e all'università del Comune di Rovereto dal 1996 al 2005) su “Rovereto e il CIMeC”; Alfonso Caramazza (fondatore del CIMeC e primo direttore), Massimo Egidi (rettore Università di Trento dal 1996 al 2004), Davide Bassi (rettore Università di Trento dal 2004 al 2013), Lorenzo Dellai (presidente Provincia autonoma di Trento dal 1999 al 2012) e Mario Marangoni (presidente Consiglio di Gestione della Fondazione Caritro dal 2001 al 2010) su “Dall’idea al CIMeC”. Prevista anche la consegna del Premio Giovane Ricercatore CIMeC.
Il pomeriggio proseguirà alle 17.30 con un cambio di sede. Ci si trasferirà, infatti, all’Auditorium Melotti (Rovereto – Corso Bettini, 43). Qui si terrà una presentazione divulgativa aperta a tutta la cittadinanza che vedrà protagonista il giornalista e scrittore Piero Angela con il tema “Il mio lungo viaggio”. A dialogare con Angela sarà Massimiano Bucchi, professore di Sociologia della Scienza e Comunicazione, scienza e tecnica all’Università di Trento. L’Auditorium sarà aperto dalle 16.45. L’entrata è libera, fino a esaurimento posti. L'evento, realizzato con il sostegno dal Comune di Rovereto e dalla Fondazione Caritro, sarà trasmesso in diretta Facebook sul canale ufficiale di Ateneo.
Sabato 21 ottobre l’anteprima nazionale di “Noi, Robot”
Culmine del decennale sarà sabato 21 ottobre “Noi, Robot. Il Cervello. La cosa più preziosa che abbiamo”, anteprima nazionale dello spettacolo ispirato all’”Uomo Bicentenario” e altri lavori di Isaac Asimov con Laura Anzani e Andrea Brunello. “Noi, Robot”, regia Andrea Brunello e Chiara Benedetti, tocca il tema di cosa voglia dire essere umano e cosa sia l’amore nell’era delle Macchine Pensanti. Lo spettacolo esplora la possibile connessione fra il nostro cervello e quello delle macchine e prova che la relazione fra due “individui”, uno umano e l’altro macchina, non è affatto semplice e può portare a dei paradossi insormontabili.
Si tratta di uno spettacolo della Compagnia Arditodesìo | progetto Jet Propulsion Theatre (www.jetpropulsiontheatre.org) in collaborazione con il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze fisiche del Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento. Lo spettacolo andrà in scena alle 21 all’Auditorium Melotti (Rovereto – Corso Bettini, 43). Entrata libera fino a esaurimento posti. L’apertura dell’Auditorium dalle 20.15.
La conferenza scientifica
Tra le iniziative previste per il decennale del CIMeC anche un convegno scientifico sulle neuroscienze cognitive, che si terrà per scienziati e scienziate del settore dalla serata di giovedì 19 a sabato 21 ottobre. Partendo dall'esperienza specifica del CIMeC e dal suo rapido sviluppo negli ultimi dieci anni, la conferenza esaminerà gli sviluppi promettenti delle scienze della mente e del cervello e aprirà una finestra unica sugli scenari futuri di ricerca. Il convegno scientifico si terrà in lingua inglese.
(e.b.)
Un approfondimento su “Noi, Robot” su: http://webmagazine.unitn.it/node/27351/
Programma del decennale CIMeC: www.unitn.it/evento/10-anni-cimec